Dati tecnici

#1 Produttore di maschere di alta qualità Alvent

Efficienza di filtrazione dei batteri (BFE)

L'efficienza di filtrazione batterica, o BFE, è una misura della resistenza del materiale di un respiratore alla penetrazione batterica. La percentuale è riportata come risultato e si riferisce alla capacità del tessuto di resistere alla penetrazione batterica. I numeri più alti indicano una migliore efficienza della barriera in questo test.

Efficienza di filtrazione delle particelle (PFE)

Il test PFE (Particle Filtration Efficiency) valuta la ritenzione di particelle non vitali o l'efficienza di filtrazione del mezzo filtrante e di altri dispositivi di filtrazione a livelli inferiori al micron. Questo test viene eseguito su maschere facciali e su tutti i media filtranti che consentono il passaggio di un flusso di 1 piede cubo al minuto (CFM).

PFE (efficienza di filtrazione delle particelle) misura quanto bene una maschera filtra particelle, virus e batteri submicronici con l'aspettativa che vengano filtrati in modo simile. Maggiore è la percentuale, maggiore è l'efficacia della maschera.

Resistenza respiratoria (Pa)

Il Differential Pressure Tester è uno strumento di test di laboratorio per determinare la traspirabilità delle maschere facciali mediche, il principio del test è quello di testare la pressione di scambio d'aria del materiale della maschera facciale medica misurando la pressione differenziale richiesta per aspirare aria da una superficie costantemente misurata. la portata d'aria indica la traspirabilità delle maschere mediche. Un manometro differenziale interno riempito d'acqua viene utilizzato per misurare la pressione differenziale e un flussometro di massa viene utilizzato per misurare il flusso d'aria. La pompa a vuoto elettrica aspira l'aria dal tester di traspirabilità della maschera medica e una valvola a spillo viene utilizzata per regolare la portata d'aria.

Si prega di consultare i nostri risultati per i test Bacteria Filtration Efficiency (BFE), Particle Filtration Efficiency (PFE) e Respirazione (Breathability-Pa) sulla nostra pagina dei certificati

Particolato (PM)

Cos'è il PM? Il PM (particolato) è un problema attuale al giorno d'oggi. Molti stanno cercando di spiegare come le maschere sono protettive per quanto riguarda i livelli di PM. Qui chiariamo e spieghiamo i livelli di PM e il pericolo che ha sul corpo umano.

Goccioline di liquido nell'aria

Il particolato con la scorciatoia "PM" è la contaminazione da particelle. Più specificamente, è il termine usato per l'uso di particelle solide e goccioline liquide nell'aria. Ovviamente ogni particella ha dimensioni diverse. Guarda il confronto sopra e capirai quanto è piccolo il virus Covid-19.

PM50-70 Capelli umani

Come si vede nell'immagine a sinistra, i capelli umani medi sono tra 50 e 70 PM. La ciocca sembra molto spessa rispetto ad altre particelle in fiamme e composti organici.

PM10 polvere e fumo

Alcuni esempi di PM10 saranno polvere e fumo. Incredibilmente, l'% 90 non può essere visto ad occhio nudo.

PM 2.5 Particelle fini

Il PM 2.5 è quasi 25 volte più piccolo di un capello umano o 40 volte più piccolo di una spiaggia di sabbia fine che può essere vista solo al microscopio.

PM 1 Particelle ultrafini

PM1 ha un diametro aerodinamico inferiore a 0,1 micrometri. La polvere ultrafine è il tipo più dannoso di particelle fini perché le particelle penetrano direttamente nel flusso sanguigno dai polmoni e quindi si diffondono agli organi.